FASHION WEEK: ECCO COME LAVORA UN MAKE-UP ARTIST NEL BACKSTAGE MODA - The Make Up Artist School

FASHION WEEK: ECCO COME LAVORA UN MAKE-UP ARTIST NEL BACKSTAGE MODA

Truccare nel backstage di una sfilata è il sogno di tutti i make-up artist che hanno scelto di lavorare nella moda. Dopo le campagne, gli editoriali e i vip, il fashion show è certamente considerato come l’evento più importante di una carriera ben avviata.
Se per lavorare al trucco per una campagna è necessaria bravura, per gli editoriali ci vuole molto talento e per i vip è d’obbligo un certo savoir-faire, entrare nel team di un noto truccatore per una sfilata è altrettanto complicato.

CHE PREPARAZIONE DEVE AVERE UN MAKE-UP ARTIST CHE VUOLE LAVORARE IN UNA SFILATA?

Il lavoro del make-up artist in una sfilata non è semplice. Perché nel backstage ci sono regole ben precise e una severa disciplina che bisogna conoscere per fare bene il proprio lavoro.

LA FIGURA DEL KEY ARTIST

Il key artist è colui che sviluppa l’idea di make up basandosi sul mood dello stilista.

COME FUNZIONA IL BACKSTAGE DI UNA SFILATA?

Il backstage è come una danza, con i suoi atti, i ballerini di fila e quelli protagonisti. Un susseguirsi di procedure ben definite, da eseguire in tempi ristretti al meglio delle performance. La modella passa dal trucco alle unghie ai capelli, non necessariamente in questo ordine, e infine ai vestiti, per poi passare al vaglio tutto da capo.

COME ORGANIZZARE LA POSTAZIONE DI LAVORO DEL MAKE-UP ARTIST

Ecco cosa consigliamo ai nostri make-up artist.
«Dati i tempi strettissimi e la tensione e mole di lavoro da affrontare, è necessario organizzare bene la propria postazione di lavoro. Dopo la dimostrazione del Key Artist, disponi sul tavolo solo il necessario per la realizzazione del make-up look. Tieni a portata di mano ciò che potrebbe essere utile. Metti via il resto. Una postazione di lavoro precisa e organizzata aiuta a essere più veloci e performanti. Nel tuo kit base deve esserci tutto il necessario per truccare ogni tipo e colore di pelle ed è sempre meglio pensare anche a tutto ciò che può essere d’aiuto ai modelli e modelle che vanno rispettati e aiutati.

LA DEMO DEL KEY ARTIST E IL LAVORO DEL TRUCCATORE

Allestite le postazioni con i propri prodotti, arriva il momento più importante: la demo del key artist.
«Tutto il team si dispone intorno al capo truccatore che, scelta una modella, eseguirà il trucco spiegandone il senso, i punti chiave, quelli critici e le sue velleità. Terminata la demo, fornirà, se necessario, alcuni strumenti per la realizzazione del make up e dividerà i compiti. Di lì in poi è una corsa e una vera e propria guerra per accaparrarsi la modella

prima del parrucchiere e del team nail, una lotta contro il tempo, scandita in genere da più di un produttore».
«Non c’è spazio per interpretazioni personali e non devi mai dimenticare che fai parte di un team con un key artist che ha la responsabilità del risultato finale e che ha anche il compito di parlare, lui solo, con i giornalisti. È fondamentale cogliere il momento giusto e stare attenti a tutte le direttive che possono arrivare nel frattempo».

«Ogni lavoro completato passa al vaglio del key artist. Segue il momento degli abiti e infine il caos… tutti nel retro del catwalk per gli ultimi ritocchi, le interviste dei giornalisti, i mille fotografi. Un vortice di adrenalina che culmina, finalmente, con la sfilata».

Se per voi il make-up è una passione, ora può diventare la professione del vostro futuro.

Come scegliere la migliore scuola di trucco da frequentare?

Il punto di forza della nostra Scuola sono le esperienze lavorative che tutti gli allievi possono compiere durante il percorso formativo affiancando i nostri professionisti durante shooting fotografici, sfilate, eventi e produzioni televise.

Contatta la segreteria per maggiori informazioni
💬 Whatsapp 347.0895438 ✉ segreteria@themakeupartstschool.com

Nessun commento

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

WhatsApp chat